La storia

Seba con Max e due amici. I ragazzi fissano i loro cellulari. Seba: “Fantastico. Ci siete anche voi, Denis e Leo”.
Seba si infila tra Giulia e la sua amica. “Ehi, Yasmin, sei bella da impazzire!” Le ragazze fissano i loro cellulari.
Seba alzando le braccia grida: “Gente, oggi si fa festa”. Nessuno lo nota, tutti fissano i loro telefonini.
“Oggi si saccheggia il buffet”, esclama Seba. Nonno e mamma fissano una tavoletta e non sentono nulla.
Seba chiama di nuovo: “E papà che ci invita”. Lo seguono i familiari e gli amici lungo la strada. Tutti guardano il proprio telefonino.
Seba si pianta davanti ai loro: “Ehi?! Siete fuori testa? Normalmente lo zombie dello smart phone sono io”.
Giulia dice a Seba: “Oh, scusa. Ma chi o cosa festeggiamo?”
Seba, adirato, alza le mani: “Oddio, ho trovato un lavoro!”
In piedi attorno a un tavolo tutti pronti a brindare con i calici in mano. Papà dice: “Allora ...”
Alza il calice e brinda: “A Seba!”
Seba solleva anche lui il suo calice. Dice: “A tutta la famiglia Webster! Alla nostra!”